Un portale sulla città di Napoli 

a cura di Marco Ilardi

Il fantasma della Torre del Palasciano

torre del palasciano napoli salita moiariello capodimonte fantasma mistero
Condividi l'articolo

La torre del Palasciano è una bella torre che somiglia a quella del Palazzo della Signoria a Firenze che si trova a Napoli nella zona di Capodimonte.

Di fronte a Porta Grande del Bosco c’e’ una stradina chiamata Via Sant’Antonio a Capodimonte da cui si diramano due salite: la salita della Riccia che porta all’osservatorio astronomico di Capodimonte, e la salita Moiariello che conduce alla Collina Miradois dove si trovano la Chiesa di Santa Maria delle Grazie al Moiariello ed il palazzo Palasciano in stile rinascimentale, dove si erge questa bella e misteriosa torre.

Ferdinando Palasciano

Questo era il palazzo in tufo dell’illustre medico napoletano originario di Capua Ferdinando Palasciano, che aveva ben tre lauree in Filosofia in veterinaria e in medicina, è stato anche un politico, deputato, assessore al comune di Napoli ed è stato tra gli inventori della Croce Rossa Italiana.

Palasciano commissionò la costruzione della torre nel 1868 all’architetto Antonio Cipolla e la usava come suo rifugio per meditare dopo lunghe giornate di lavoro e persino come nido d’amore.

Viveva infatti nel palazzo insieme a sua moglie, la contessa russa Olga de Vavilow di cui era molto innamorato.

Palasciano morì nel palazzo nel 1891 e da allora si dice che il suo fantasma vaghi per il palazzo ed in particolare nella torre a lui tanto cara.

Alla sua morte è stato sepolto nel quadrato degli uomini illustri del cimitero di Poggioreale insieme a personalità come Benedetto Croce, Giovanni Leone, Raffaele Viviani e Salvatore di Giacomo.

Un altro mistero che avvolge la torre è la presenza nelle sue vicinanze della cappella Cotugno che oggi ha il nome di Chiesa di Santa Maria delle Grazie al Moiariello, che si dice appartenesse ai cavalieri templari.

Viene chiamata cappella Cotugno perché la cappella insieme al palazzo che poi divenne di Palasciano, apparteneva a Domenico Cotugno, un illustre anatomista amico di Palasciano soprannominato l’Ippocrate italiano., considerato addirittura uno dei padri della medicina moderna.

Alla morte di Cotugno, gli eredi vendettero la proprietà alla famiglia Palasciano.

C’è chi giura di vedere ogni tanto il fantasma di Palasciano aggirarsi sulla salita del Moiariello passeggiando serenamente, oppure qualcuno giura di averlo visto affacciato in cima alla torre ad ammirare il paesaggio come faceva quando era in vita.

© RIPRODUZIONE VIETATA

È vietato che l’ articolo, se non in sua parte (non superiore al decimo), sia copiato in altro sito. Per la citazione o riproduzione degli articoli e dei documenti pubblicati in questo sito, anche in caso di pubblicazione di un estratto parziale, è sempre obbligatoria l’indicazione della fonte e/o l’inserimento di un link diretto alla pagina di riferimento.

Altri articoli che potrebbero interessarti