Un portale sulla città di Napoli 

a cura di Marco Ilardi

Museo San Martino Napoli e la sua certosa

museo San Martino napoli
Condividi l'articolo

Museo San Martino Napoli: la Certosa di San martino


La Certosa di San Martino è una celebre attrazione turistica di Napoli, situata sulla collina del Vomero. La costruzione della Certosa fu iniziata nel 1325, su iniziativa del re Roberto d’Angiò.

Certosa di San Martino a Napoli coi suoi bellissimi giardini

La struttura è costituita da un complesso architettonico con chiese, chiostri e giardini. All’interno della Certosa è possibile ammirare una ricca collezione di opere d’arte, tra cui dipinti, sculture e arazzi.

Il Museo San Martino Napoli è ubicato all’interno della Certosa ed espone numerosi tesori artistici, tra cui la famosa pala d’altare di Luca Giordano.

Qui si possono visitare anche le sezioni dedicate all’archeologia napoletana e al Medioevo, dove sono conservati vari reperti preziosi come monete antiche e manoscritti antichi.

Inoltre il museo ospita una cappella barocca che custodisce alcune opere dello storico pittore napoletano Francesco Solimena.

La Certosa di San Martino rappresenta dunque un importante punto di riferimento per chi desidera visitare Napoli e immergersi nella cultura locale.



Quando fu costruita la Certosa di San Martino?


La Certosa di San Martino è un importante complesso monumentale di Napoli, famoso per la sua straordinaria bellezza e ricchezza artistica. Fu costruita nel 1325 da Tommaso di San Severino, all’epoca arcivescovo di Napoli, come luogo di sepoltura della sua famiglia.

La struttura che vediamo oggi deriva principalmente dai lavori eseguiti nei secoli XVII e XVIII; tuttavia, parte delle fondamenta risalgono ancora all’epoca medievale.

Fu aperta al pubblico nel 1866 subito dopo l’Unità d’Italia quando fu dichiarata monumento nazionale.

L’interno della Certosa è arricchito da una ricca collezione di dipinti e sculture del ‘600 e del ‘700 ed è abbellito da un parco con un magnifico giardino all’italiana.

La Certosa rimane un interessante sito storico-artistico fino ad oggi ed è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1997.

Museo di san martino Napoli

Il Museo Nazionale di San Martino è una delle più grandi attrazioni artistiche di Napoli. Ubicato nella suggestiva cornice della Certosa di San Martino, il museo offre una ricchissima collezione di opere d’arte e cultura, che vanno dal Medioevo al Barocco.

Il museo comprende una vasta gamma di opere che spaziano dalla pittura alla scultura, ceramiche antiche a reperti archeologici. Tra i pezzi più famosi c’è la grande collezione di dipinti religiosi, tra cui quelli realizzati da Giuseppe Velasquez e Luca Giordano. Un’altra sezione interessante è quella dedicata alla storia napoletana, con reperti che vanno dagli strumenti musicali medioevali agli accessori del Settecento napoletano.

Al Museo Nazionale di San Martino si possono ammirare la bellissima Cappella della Certosa, gli affreschi del Guglia dell’Immacolata e la Sala del Tesoro, dove sono conservati alcuni reperti preziosi come il Trionfo di Bacco e Arianna e l’Aurora.

La visita è un’occasione imperdibile per immergersi nella storia e nelle tradizioni della città; un modo divertente ed educativo per conoscere da vicino l’arte napoletana.

Cosa vedere nella Certosa di San Martino?


La Certosa di San Martino è uno dei più importanti musei storici di Napoli. Fondata nel 1325 da Roberto D’Angiò, sotto la guida dei frati carmelitani, è un sito di notevole interesse storico, architettonico e culturale.

Da non perdere all’interno del complesso è l’edificio principale, che ospita la chiesa con il famoso organo del 1693 e alcune cappelle dedicate ai Santi Patroni della città.

Già all’ingresso potete ammirare l’androne delle carrozze del re Ferdinando II e quella degli Eletti della Città commissionata dal tribunale di San Lorenzo agli inizi del settecento.

Si trovano inoltre affreschi del tardo Quattrocento e una bella collezione di armature medioevali, oltre ad una ricca raccolta di monete antiche e reperti archeologici.

Bellissima è anche la sezione presepiale dove potrete ammirare alcuni tra i più bei presepi di Napoli.

Da visitare anche i giardini del monastero, dove si possono ammirare le numerose piante esotiche che circondano gli antichi orti.

Molto belli sono anche il Chiostro dei Procuratori, il refettorio, la Sala della Cona dei Lani e la spezieria.

La Certosa custodisce inoltre la celebre collezione di dipinti del Settecento, tra cui le opere di Francesco De Mura ed altri artisti napoletani.

Un’altra attrazione da non perdere è il Museo Civico Filangieri, dove sono conservate sculture ed oggetti d’arte risalenti a diverse epoche.

In conclusione, la Certosa di San Martino merita sicuramente una visita per apprezzare tutti i suoi tesori artistici e culturali: dai dipinti all’organo rinascimentale, passando per le armature medioevali fino agli orti botanici ed al Museo Civico Filangieri.

Altro aspetto bellissimo di S.Martino è il suo panorama, decantato anche in una canzone di Pino Daniele che si chiama “Un angelo vero” in cui dice “da San Martino vedi tutta quanta la città” ed è assolutamente vero.

Quanto tempo occorre per visitare la Certosa di San Martino?


Quantificare il tempo necessario per una visita completa della Certosa di San Martino può essere difficile da dire con precisione. Tuttavia, in media, una visita all’intero complesso di edifici e giardini richiede circa due ore.

La Certosa offre anche visite guidate con una durata di circa un’ora e mezza, che forniscono informazioni dettagliate sulla sua storia, la sua architettura e i suoi giardini.

Se hai intenzione di trascorrere qualche ora in più all’interno della Certosa, avrai a disposizione un caffè, un museo, un negozio di souvenir e alcuni luoghi di ristoro.

Inoltre, c’è anche la possibilità di visitare le gallerie espositive e l’archivio storico del Museo di San Martino. Quindi, se vuoi goderti a pieno tutti gli aspetti della Certosa di San Martino, prenditi almeno quattro ore per la tua visita.

Come arrivare alla Certosa di San Martino?


La Certosa di San Martino si trova nella parte nord-occidentale di Napoli, a breve distanza dal centro della città.
Per raggiungerla in auto è possibile prendere l’autostrada A1 fino all’uscita Napoli Nord, quindi seguire le indicazioni per la Certosa di San Martino.

In alternativa, è possibile prendere la linea metropolitana Linea 1 e scendere alla fermata ‘Museo’, da qui è possibile raggiungere la Certosa con un breve tragitto a piedi.

Se si sceglie di prendere l’autobus, è necessario prendere la linea C24 o C25 e scendere alla fermata ‘Certosa San Martino’.
Una volta arrivati a destinazione, è possibile visitare il Museo del Tesoro di San Martino e il Chiostro Grande che ospitano una grande collezione di opere d’arte e manufatti religiosi.

Quindi, goditi una tranquilla passeggiata nel Giardino della Certosa, ammirando le viste mozzafiato sulla città e sulla baia di Napoli.

Dove si prende la funicolare per Museo S. Martino Napoli?


Dal centro di Napoli puoi prendere la Funicolare Centrale nella Pignasecca per arrivare al Museo di San Martino. Lungo il tragitto, godrai di una vista panoramica sulla città e sul golfo.

Una volta arrivato alla fermata di San Martino, non dovrai far altro che salire le scale e raggiungere il museo. Qui potrai ammirare la bellezza del luogo e scoprire la ricca storia della città attraverso le sue collezioni d’arte.

Visita la chiesa barocca, esplora le sale del convento e concediti qualche momento di relax in uno dei tanti giardini all’aperto. Non aspettare oltre, prendi la funicolare per San Martino e vivi un’esperienza indimenticabile!

Dove parcheggiare alla Certosa di San Martino?


Per parcheggiare alla Certosa di San Martino, c’è un grande parcheggio gratuito all’ingresso principale del sito, con posti a disposizione per visitatori e autobus. La maggior parte dei pullman turistici può parcheggiare comodamente nel grande spazio antistante il museo, vicino al ristorante della Certosa.

Se siete con una vettura privata e desiderate esplorare più a fondo il sito, è possibile parcheggiare nell’area più interna della Certosa.

Si trova al primo piano della struttura ed è accessibile anche dalle auto private.

Il parcheggio è gratuito e offre una bella vista del golfo di Napoli. Inoltre, c’è anche un parcheggio per biciclette nell’area del museo San Martino, con postazioni sia coperte che scoperte.

Orari di visita Museo di San Martino a Napoli
 

La Certosa ed il Museo di San Martino sono aperti tutti i giorni tranne il mercoledì dalle 10 del mattino alle ore 18 con ultimo ingresso alle ore 17:00.

I sotterranei gotici e la sezione navale sono al momento chiusi per lavori di ristrutturazione.

Il biglietto costa sei euro e gli orari potrebbero variare a seconda della stagione.

Nel maggio dei monumenti spesso l’ingresso è gratuito.

© RIPRODUZIONE VIETATA

È vietato che l’ articolo, se non in sua parte (non superiore al decimo), sia copiato in altro sito. Per la citazione o riproduzione degli articoli e dei documenti pubblicati in questo sito, anche in caso di pubblicazione di un estratto parziale, è sempre obbligatoria l’indicazione della fonte e/o l’inserimento di un link diretto alla pagina di riferimento.

Altri articoli che potrebbero interessarti